Rendimento economico e complessivo del fotovoltaico

Rendimento finanziario e rendimento complessivo di un impianto

Attenzione: comunemente la parola ''rendimento'' viene utilizzata non solo per indicare il rendimento finanziario ma anche il rendimento complessivo di un impianto cioè la quantità di energia che un impianto può produrre.

Sicuramente il rendimento finanziario di un impianto dipende anche dalla quantità di energia che questo riesce a produrre e che viene (preferibilmente) autoconsumata oppure immessa in rete.

Cosa s'intende per ammortamento di un impianto fotovoltaico?

Con i pannelli fotovoltaici puoi risparmiare notevolmente sulla bolletta energetica ogni anno. Generi la tua energia, quindi non devi comprarne da un fornitore. Dopo una media di 6-7 anni hai risparmiato quanto investito originariamente, hai ammortizzato l'investimento! Da questo momento il flusso di cassa diventa positivo e stai guadagnando dall'investimento. E dopo Inizierai a consumare energia gratuita. I pannelli fotovoltaici producono energia per almeno 25 anni in circostanze normali. Pensa a quanta energia gratuita puoi consumare!

Come si calcola il rendimento finanziario di un impianto fotovoltaico?

La domanda ora è: "Come si calcola il rendimento finanziario di un impianto fotovoltaico?’’. Confrontando l'investimento iniziale con il risparmio ottenuto nella vita utile dell'impianto, per esempio:

Un impianto tipo acquistato da Sungevity è un pacchetto da 11 pannelli fotovoltaici. Il prezzo di un impianto così completo è compreso tra circa € 5.200, - € 8.000, - (IVA inclusa al 10% e spese detraibili al 50% dall’IRPEF). Il ritorno annuo sul capitale investito è tra il 10% e il 14%, il ritorno sull’investimento di circa il 200% e il risparmio si aggira sugli €800 all’anno!

Cosa influisce sul rendimento finanziario di un impianto fotovoltaico?

I tecnici di Sungevity possono calcolare con precisione il rendimento finanziario di un impianto. Infatti viene tenuto conto di una serie di variabili che influiscono sul calcolo del rendimento finanziario dei pannelli fotovoltaici. Tra queste:

  • la capacità produttiva dell’impianto (potenza nominale)
  • l'orientamento del tetto rispetto al sud
  • l'angolo di inclinazione del tetto
  • quantità di ore di sole e storico meteo della zona geografica
  • eventuali ombreggiamenti sull’impianto

Oltre a questo , giocano un ruolo anche variabili quali l'aumento del prezzo dell'energia, il prezzo per kWh, le detrazioni fiscali, la sostituzione dell'inverter e la diminuzione annuale della capacità produttiva del pannello fotovoltaico. Non tutti i rivenditori di pannelli includono le stesse cifre nel calcolo del rendimento finanziario ed è per questo motivo per cui i tempi di rientro dell'investimento può variare in base al fornitore. Controllare sempre ciò che è stato preso in considerazione nel calcolo è l’unico modo per confrontare correttamente i vari preventivi.

Rendimento complessivo di un impianto

La base di ogni calcolo inizia con l'indicazione della quantità di elettricità, o il numero di kilowattora (kWh), che un impianto fotovoltaico produrrà. I calcoli del rendimento vengono spesso effettuati sulla base di regole empiriche. Una regola comune è che il rendimento è pari all'86% della capacità di un impianto a causa delle perdite fisiologiche di quest’ultimo dovute per esempio alla lunghezza dei cavi e all’efficienza di conversione dell’inverter. Spesso si presume che la produzione dipenda esclusivamente dalla capacità ma questo non è sempre corretto. Anche altri fattori giocano un ruolo, vediamo insieme sotto quali.

Suggerimento: controlla sempre come viene calcolato il rendimento dei pannelli fotovoltaici.

Radiazione solare in Italia

In Italia il numero di ore di sole varia a seconda della località. Ad esempio, la Sicilia è il luogo in Italia con il maggior numero di ore di sole all'anno. È quindi molto importante includere nel calcolo del rendimento di un impianto fotovoltaico anche la zona geografica dove questo viene installato. L'immagine offre una panoramica del numero di ore di sole per località in Italia.

eliofania assoluta media annua

Che la resa dei pannelli fotovoltaici possa variare considerevolmente durante l'anno è evidente. Ma quando si avrà la più alta potenza dai pannelli fotovoltaici in Italia? Difficile da stabilire, visto come possono variare le temperature nelle diverse regioni.

Infatti anche la temperatura gioca un ruolo importante. Strano ma vero, i pannelli solari funzionano meglio quando fa freddo. Questo perché la conduttività elettrica nelle celle solari è migliore a temperature più basse. A temperature più elevate invece la resa dei pannelli fotovoltaici diminuisce. Per ogni 10 gradi di aumento della temperatura, la produzione di elettricità diminuisce di circa il 0.4%. Le condizioni ideali per la produzione di pannello fotovoltaico è quindi costituita da una situazione meteo soleggiata e non calda.

L'orientamento del tetto

L'orientamento ottimale rispetto al sole in Italia è direttamente a sud. Può anche essere installato direttamente a est e/o direttamente a ovest. L'installazione della differenza tra il sud diretto e diretto ovest o est è di circa il 18%. Il rendimento annuo in kWh sarà quindi inferiore a quello dei pannelli fotovoltaici a sud.

La pendenza del tuo tetto

L'idoneità di un tetto per i pannelli fotovoltaici dipende non solo dall'orientamento del tetto ma anche dall’angolo di inclinazione. L'angolo migliore è tra 25 e i 30 gradi, con un tetto orientato verso sud. Un tetto piano è quasi sempre adatto: vengono infatti utilizzate apposite strutture per inclinare i pannelli.

Ombreggiamento

I pannelli fotovoltaici sono solitamente collegati in una serie o in più serie. Di conseguenza, un ombra su alcuni pannelli può influenzare il funzionamento dell'intero impianto. Esistono anche soluzioni tecniche per ovviare a questa problematica che fanno sì che sebbene alcuni pannelli siano ombreggiati gli altri continuino a funzionare.
Nel calcolo della resa si deve tener conto dell'ombra di eventuali ostacoli come abbaini, camini o tubi di ventilazione.

Differenze tecniche tra pannelli fotovoltaici

Ci sono grandi differenze nella qualità dei diversi tipi di pannelli fotovoltaici in termini di tecnologia applicata. Inoltre la potenza di un pannello fotovoltaico diminuisce nel tempo, per questo tutti i produttori offrono una garanzia di rendimento sulla produzione del prodotto.

Come aumentare il rendimento dei pannelli fotovoltaici?

Vuoi ottenere il miglior rendimento finanziario possibile e abbreviare i tempi di ammortamento? Possiamo darti alcuni consigli:

Pulisci il tuo impianto fotovoltaico

Sebbene i pannelli siano dotati di un rivestimento resistente allo sporco questo non li può proteggere completamente. Pensa alla tua macchina: anche tu devi lavarla una volta ogni tanto. I pannelli fotovoltaici sporchi assorbono meno luce solare e questo si traduce in pannelli fotovoltaici che generano meno energia. Dopo una buona pulizia, puoi contare su una resa ottimale. Quale contribuisce a un rendimento finanziario più alto!

Detrazioni fiscali

Quando calcoliamo il rendimento finanziario di un impianto fotovoltaico dobbiamo tenere in considerazione anche la possibilità di detrarre dall’IRPEF il 50% dei costi sostenuti. Cosa significa? Che il costo reale dell’impianto è dimezzato!

Progetti personalizzati

Vuoi sapere esattamente quale sarebbe il rendimento finanziario del tuo investimento? Sei curioso di sapere in quanto ammortizzeresti l’investimento in un impianto fotovoltaico? Richiedi una consulenza personalizzata gratuita e senza impegno: i nostri tecnici prepareranno i preventivi e il prospetto economico. Saprai esattamente qual è il costo e il rendimento del tuo impianto fotovoltaico.

Richiedi una consulenza gratuita
Richiedila qui