Le risposte a tutte le tue domande

La conoscenza giusta al posto giusto: il tuo tetto.

Qual è la taglia ottimale per il mio impianto fotovoltaico?

In questa pagina vogliamo rispondere a due domande ricorrenti e spesso connesse tra loro: 

1) Come si fa a sapere qual è la taglia ottimale per il mio impianto fotovoltaico?

2) E come si sceglie la potenza dell’inverter?

Per rispondere a queste domande bisogna partire introducendo i seguenti termini fondamentali nella scelta:

Potenza nominale dell’impianto: è la potenza istantanea che l’impianto produce durante il primo anno in condizioni ideali: temperatura dei pannelli di 25 gradi, irradiazione solare di 1000 W/m2, orientamento e inclinazione dei pannelli ottimale rispetto al sole. È data dalla somma delle potenze nominali dei singoli pannelli.

Energia prodotta dall’impianto: è ottenuta moltiplicando la potenza istantanea per un’unità di tempo. Cioè se ho una potenza di 3000 W per un’ora, produrrò 3 kWh di energia. La potenza nominale dell’impianto è un po’ un limite massimo, in realtà in condizioni reali d’estate i pannelli si surriscaldano fino ad arrivare anche fino 60 gradi, mentre quando fa freddo l’irradiazione solare sarà ben lontana dai 1000 W/m2. 

Con questa premessa possiamo passare a rispondere alle domande di cui sopra.

1) Quando si deve scegliere la taglia dell’impianto bisogna sapere che potenza di picco si vuole coprire? In generale non serve, essendo sia la casa che l’impianto fotovoltaico comunque connessi alla rete. Ciò che è invece più rilevante conoscere sono i propri consumi annui, e tarare l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico in base ai consumi che si vuole coprire.

I nostri consulenti solari saranno felici di aiutarti a capire quale sia la soluzione ottimale per te!

2) La scelta della taglia dell’inverter dipende ovviamente dalla taglia dell’impianto fotovoltaico, ma non solo. Poiché l’impianto sul tetto lavorerà in condizioni ottimali per non più di qualche ora all’anno, diventa vantaggioso scegliere un inverter che sia un po’ “sottostimato” rispetto alla taglia dell’impianto fotovoltaico. In questo modo non solo si risparmierá sul costo dell’inverter, ma soprattutto si ottimizzerá la produzione dell’impianto la mattina e la sera di ogni giorno dell’anno. Ma non solo, la si ottimizzerá anche i tutti i giorni nuvolosi e di pioggia. Come mai? La risposta è un po’ tecnica, ma viene dal fatto che l’inverter per attivarsi ha bisogno di una minima tensione (voltaggio) proveniente dai pannelli. 

Più piccola è la taglia dell'inverter, più bassa sarà questa soglia minima di tensione.

Se sei interessato a sapere qual’è la configurazione ottimale per il tuo impianto, contattaci pure, i nostri esperti saranno a tua disposizione.

Sungevity, chi siamo?
La nostra missione è accelerare la transizione energetica verso un futuro più sostenibile coinvolgendo migliaia di famiglie in Italia. Siamo gli esperti del solare in Europa, con più di 10.000 impianti fotovoltaici installati dal 2012. Come lavoriamo? Grazie all'uso di immagini satellitari e software avanzati possiamo valutare il tuo tetto da remoto e preparare preventivi adatti alle tue esigenze. Vogliamo rendere il passaggio all'energia solare facile e divertente. Scopri di più su Sungevity

Richiedi una consulenza gratuita
Richiedila qui